Chi è online

 24 visitatori online

Cerca strutture



Zante

 

L'ISOLA DI ZANTE

Zacinto, chiamata comunemente Zante dai poeti del passato, è l’isola più a sud e la terza per grandezza delle isole Ionie.Copre un’area di circa 405 Km² su cui vivono poco più di 35.000 abitanti, è situata 300 km ad ovest di Atene e dista 9,5 miglia marine dalla costa del Peloponneso, alla quale è collegata con un frequente servizio navale. Zante, isola dei grandi contrasti per la presenza di spiagge di sabbia dorata e di imponenti coste rocciose, presenta un clima temperato, mediterraneo, con inverni miti e fresche estati; le abbondanti piogge invernali favoriscono infatti la crescita di una fitta vegetazione e assicurano una considerevole riserva idrica per il periodo estivo. L’isola risulta essere quindi molto “verde” tanto che in passato sia Omero, sia i dominatori veneziani le attribuirono appellativi come “boscosa” e “fiore di Levante”.Le caldissime acque che ne bagnano le coste, oltre a rendere la stagione turistica particolarmente lunga (da maggio a fine ottobre), hanno permesso a Zacinto di divenire oggetto di interesse internazionale poiché, nella parte sud dell’isola, si riproducono le testuggini CARETTA-CARETTA, una rara specie protetta dalla legislazione greca con l’istituzione di un parco marino. Nelle rocciose e scoscese coste occidentali si riproduce poi la foca Monachus Monachus, anch’essa protetta e tutelata dalle autorità amministrative locali.Oltre al suo splendido paesaggio naturale, Zante offre l'opportunità di visitare numerosi isolotti disabitati che la circondano, come Pelouzo e Marathonissi nel golfo di Laganas, St. John di fronte a Porto Vromi e le Strofadi. Queste ultime sono due piccole isole situate 27 miglia nautiche a sud di Zante e per la loro bellezza sono incluse nel parco marino.Nel corso degli ultimi anni l’isola ha subito un progressivo sviluppo per offrire al turista moderne infrastrutture ma conserva ancora, dalle taverne sul mare ai paesini dell’entroterra, l’aspetto tradizionale del passato che, unito alla gioia di vivere ed all’ospitalità dei suoi abitanti, vi contagerà fin dal primo giorno di vacanza.

 

GEOGRAFIA E CLIMA

Zacinto, chiamata anche Zante, è la più a sud delle isole Ioniche, e, del gruppo di isole è la terza in ordine di grandezza, dopo Cefalonia e Corfù, con un’area di 406 kmq, e una popolazione di circa 35.000 abitanti.
L’isola di Zante si trova a 17 miglia dal Peloponneso e a 13 miglia a sud dell’isola di Cefalonia. I veneziani diedero all’isola il soprannome di ‘Fiore di Levante’ o per meglio dire ‘Fiore d’ Oriente’, perchè l’isola possiede una ricca e densa popolazione, le sue montagne sono coperte di pini e le pianure sono particolarmente fertili.
Questa ricca vegetazione è dovuta al dolce clima mediterraneo dell’isola, caratterizzato da molti scrosci di pioggia in inverno e molto sole durante l’estate. Proprio per la tanta pioggia, Zante è un’isola molto fertile e, la sua produzione agricola è importante. Sull’isola, i principali prodotti coltivati sono le olive, l’uva, e i limoni.
Oltre all’agricoltura, l’altra risorsa, forma di reddito per gli abitanti per l’ isola, viene dall’incremento del turismo.
Zante è famosa perchè il suo inesplorato ambiente naturale, è rifugio di una specie di tartarughe in via di estinzione, chiamata Caretta-Caretta che vanno lì durante il periodo della loro riproduzione.
Le tartarughe sono protette da convenzioni internazionali e dalla legislazione greca.
Zante è anche famosa per le sue splendide spiagge di sabbia dorata come Vassilikos, Laganas, Tsivilis e Alykes.
Molte spiagge dell’isola hanno movimentati luoghi balneari e, propongono molti alberghi, ristoranti,caffè e bar, ma altre sono state dichiarate aree protette, per la riproduzione della Caretta-Caretta e hanno mantenuto intatta la loro naturale bellezza.
Sulla costa, ad est, di Zante, si possono trovare molte spiagge pittoresche, e, sulla rocciosa costa ad ovest, molte e belle grotte marine come la famosa Blue Caves.

....

STORIA

Fin dall’era Neolitica, Zante fu sede di scavi archeologici. Il famoso poeta scrittore, Omero, il primo che menzionò l’isola nelle sue opere, l’Iliade e l’Odissea, disse che il primo abitante di Zacinto fu il figlio del re Dardanos di Troia, chiamato Zacintos con i suoi uomini, e scrisse che essi erano venuti sull’isola intorno al 1600-1500 a.C.L’isola fu conquistata dal re Arkisios di Cefalonia. Il famoso Ulisse di Itaca (Odisseas in greco) fu il successivo re che conquistò l’isola.Dopo un trattato, si stabilì Zante stato indipendente e democratico, il primo nella zona ellenica, e rimase tale per più di 650 anni.Poichè l’isola si trovava in una posizione strategica e la sua terra era molto fertile, i suoi abitanti diventarono ricchi e fondarono molte colonie a Creta, Paros, nelle isole Cicladi e infine in Spagna.Nel V o secolo, durante le guerre persiane, Zante rimase neutrale e, durante la guerra del Peloponneso l’isola partecipò all’allenza degli Ateniesi.Quando l’Alleanza si sciolse, dopo la sconfitta degli Ateniesi nella spedizione contro la Sicilia, Zante finì sotto il dominio dei Lacedemoni, che stabilirono un’ oligarchia sull’isola: cosi’ finì la democrazia; ma gli abitanti di Zante si rivoltarono e restaurarono il loro sistema politico democratico. Dopo le guerre macedoni, Zante andò sotto il dominio macedone e poi sotto quello romano; quest’ ultima dominazione segnò la storia dell’isola. All’inizio della dominazione romana, un proconsole amministrò l’isola, seguendo le leggi romane; poi Zante ottenne un pò di autonomia ma dovette pagare una tassa annuale ai romani e mandare soldati alla legione romana. Gli isolani ebbero l’opportunità di stabilire le proprie leggi ed ebbero la propria municipalità, parlamento e moneta.Per Zante e i suoi abitanti, il periodo romano fu di grande sviluppo, materiale e culturale.Intorno al 34 d.C., la cristianità arrivò sull’isola e divenne dominante nella seconda metà del terzo secolo d.C.,durante l’impero bizantino creato da Costantino.Poi, l’isola di Zante, con le altre isole ioniche, successivamente finì sotto i domini veneziano e franco e poi sotto il dominio del re di Napoli e del principe di Firenze.Durante il XV o secolo, quando il resto della Grecia era sotto la dominazione turca, le isole ioniche erano ancora sotto i veneziani, che stabilirono un forte, aristocratico e oligarchico sistema politico.Nel 1797 i repubblicani francesi, giunsero sull’isola promettendo il cambio del sistema sociale, economico e politico ma tutto fu inutile perchè l’oligarchia fu ristabilita quando i russi e i turchi conquistarono l’isola . I francesi riuscirono a conquistare di nuovo Zacinto e il resto delle isole Ioniche seguiti dagli inglesi, che rimasero sull’isola dal 1814 al 1864;durante la loro dominazione, gli inglesi modernizzarono e svilupparono l’amministrazione e i lavori pubblici sull’isola.Zacinto, anche se riuscì a sfuggire al dominio ottomano, insieme al resto delle isole ioniche, aiutò il resto della Grecia ad organizzare e ottenere l’insurrezione e l’indipendenza dai turchi.Zacinto e il resto delle isole ioniche si unì poi al resto del nuovo stato indipendente Greco, nel 21 maggio del 1864.

.

LE SPIAGGE

 

Maratonisi  L'isola delle tartarughe

    

Questa splendida isola si trova di fronte a Kerì ed è, ovviamente, raggiungibile solo via mare. Viene anche chiamata l'isola delle tartarughe sia per la sua forma sia perchè sulla sua spiaggia vengono a deporvi le uova le tartarughe marine Caretta Caretta. Ha due spiagge: quella principale , la sabbia è caraibica, l'acqua trasparentissima ed il sole fortissimo. La seconda spiaggia si trova di lato ed è più riparata ma anche qui il sole è fortissimo per via del riflesso sulla roccia. Per visitare questo posto è molto consigliabile farsi trasportare dai barcaioli di Kerì (per 10 euro vi traghettano sull'isola e vi fanno visitare le grotte di kerì) o affittare una barchetta per un'intera giornata (prezzo circa 80-90 euro per 4 persone benzina inclusa) in modo da poter visitare un pò tutta la baia

 

Naviglio (Naufragio   La spiagga del relitto

   

La spiaggia di Navaghio é la piú famosa delle spiagge di Zacinto e di tutte le spiagge della Grecia. É una caratteristica dell’isola ed é stata fotografata migliaia di volte. Questa stupenda spiaggia é situata nizialmente nella parte orientale dell’isola, vicino al villaggio di Anafotiria. Inizialmente fu chiamata Aghios Georghios, ma oggi la spiaggia deve il suo nuovo nome al naufragio (nel 1983) di una barca di contrabbando di sigarette; con il passare degli anni la sabbia ha circondato completamente la barca, che sembra ora fuoriuscire da essa. Le rovine della barca si trovano nel mezzo di questa larga e bianca spiaggia sabbiosa che ha splendide acque cristalline di colore turchese.Enormi dirupi verticali di rocce bianche circondano il posto creando un’ immagine particolare e meravigliosa. Per accedere a questo paradiso, si deve prendere una piccola barca dal Porto Vromi. Queste taxi-barche partono ogni ora e fanno un viaggio di circa 30 minuti.

 

Argassi

Argasi Beach si trova nel luogo turistico dello stesso nome, a 5 chilometri dal capoluogo di Zacinto. É una lunga spiaggia di sabbia dorata che si estende per un chilometro ed offre una vasta varietà di infrastrutture acquatiche. Questa località estiva ha molti alberghi, taverne, bar e negozi. 

 

Banana Beach

Questa lunga spiaggia sabbiosa ha acque cristalline ed é considerata una delle piú belle spiaggie dell’isola di Zacinto. Sulla spiaggia si possono trovare alcuni beach bars, ombrelloni e sedie a sdraio. - Porto Roma La spiaggia di Porto Roma prese il suo nome della figura di Zante Alexandros Romas. La spiaggia é pittoresca, tranquilla ed ha acque cristalline e spiaggia sabbiosa.

 

Laganas beach

La spiaggia di Laganas é una delle spiagge piú famose e sviluppate di Zacinto. Questa spiaggia sabbiosa di 9 chilometri si trova a 11 chilometri a sud del capoluogo dell’isola ed ha acque pulite e belle. La spiaggia viene coperta da ombrelloni e sedie a sdraio e offre molte infrastrutture per sport acquatici. Alcuni beach bars, snack bars e taverne si possono trovare sulla spiaggia.Laganas beach é protetta dalla legislazione Greca e internazionale perchè è il luogo nativo della specie in via di estinzione della tartaruga marina Caretta-Caretta e fa parte del Parco Nazionale Marino.La piccola isola piena di pini di Aghios Sostis, si trova difronte alla spiaggia di Laganas, ad essa si può accedere tramite un grazioso ponte di legno. La strada principale di Laganas é circondata da molte ristoranti, bars e negozi turistici, oltre la strada si possono trovare vari alberghi lussuosi con piscine e molte altre infrastrutture.

 

Limni Cheriu beach

 

Cheri é un luogo piccolo e tranquillo che si trova su una bellissima baia con sabbia dorata e acque cristalline, nella parte meridionale di Zacinto. Sulla baia si trovano delle taverne e dei caffé-bars che offrono una bellissima vista sull’isoletta di Marathonissi. Dal piccolo e pittoresco porto di Cheri partono barche che effettuano giri turistici organizzati per le stupende Grotte Blu. 

 

 

DIVERTIMENTI A LAGANA  - PUNTO DI INCONTRO DEI GIOVANI -

Il vero e proprio cuore del divertimento e della vita notturna dell’isola.Sviluppatasi inizialmente lungo la sua via principale, di circa tre chilometri che conduce fino   alla spiaggia, oggi Laganas si sta ormai espandendo a macchia d’olio ed è sempre più attrezzata per i turisti giovani e non che desiderano una vacanza all’insegna del divertimento.Il paese, che d’inverno non conta praticamente alcun abitante, è caratterizzato da un continuo susseguirsi di hotel, night club, negozi di souvenir e supermarket aperti dalle prime ore del mattino fino a notte tarda, con l’intento di soddisfare le diverse esigenze di ogni turista.Anche i ristoranti e gli snack bar hanno orari di apertura lunghissimi ed è possibile trovarli non solo nelle vie principali del paese, ma persino lungo tutta la spiaggia.Quest’ultima è una chilometrica distesa di sabbia ottimamente attrezzata per il turista; è infatti possibile affittare sdraio ed ombrelloni, organizzare escursioni all’isolotto di Marathonissi e alle vicine grotte di Kerì e c’è infine, per gli appassionati di subacquea, l’opportunità di prendere parte ad indimenticabili immersioni.

 

COME RAGGIUNGERE ZANTE

 Facilmente raggiungibile da Atene con voli giornalieri della durata di 45 minuti. Inoltre, durante il periodo estivo, Zante è collegata direttamente con molte città europee tramite voli charter.In alta stagione dall'Italia partono charter diretti per l'isola di Zante dagli aeroporti di Forlì,Bari. Esistono voli che collegano Zante a Cefalonia, Corfù Lefkada e Salonicco.  Dall’Italia, con partenza dai porti di Trieste, Venezia, Ancona, Bari e Brindisi si può raggiungere direttamente Patrasso in nave. Tra le Compagnie di navigazione, sia greche che italiane, ci sono la Minoan, Hellenic, Anek, Superfast, Blue Star, Ventouris...Da qui si procede per circa 60 Km sulla New National Road in direzione Pyrghos fino a raggiungere il paese costiero di Killini.Da Killini partono i traghetti per Zante e la traversata dura circa un’ora e mezza. Zante è collegata, via mare, anche con l'isola di Cefalonia; la traversata dura un'ora circa, parte da A. Nikolaos e arriva a Pesada.Tramite gli autobus KTEL di Zante si effettuano corse giornaliere che collegano l’isola con Atene (5 ore), Patrasso (2 ore)    Salonicco (9 ore)

 

COME MUOVERSI SULL’ISOLA

Oltre all’efficiente servizio dei bus che tocca i principali punti dell’isola (Tsilivì, Laganas, Kalamaki, Argasi, Alykes, Keri, A.Nikolaos, Porto Roma; tutti con partenza da Zante città), la rete stradale di Zante è ben coperta anche dal servizio Taxi o, comunque, è molto facile affittare sull’isola biciclette, motorini, auto o fuoristrada.Inoltre sono molti i tour organizzati da diverse agenzie che programmano gite per scoprire l'isola con bus, jeep o navi.Per quanto riguarda le imbarcazioni, oltre alla presenza di buoni punti d’approdo, nelle zone di maggior interesse turistico è sempre possibile affittare barche o usufruire del servizio di taxi-boat

 

QUANDO PARTIRE

Maggio: Inizia la vera e propria stagione estiva, con clima caldo di giorno e fresco alla sera. L'isola è ancora vuota, il turismo è poco e quindi si trovano le spiagge isolate. Il mare è quasi sempre calmo perché non soffiano venti e l'entroterra è ricca di fiori.

Giugno: Arriva il caldo che rende la spiaggia il posto perfetto per tutta la giornata! Il mare ha una temperatura più accattivante e le spiagge iniziano a riempirsi. Il mese migliore come temperature per dormire alla sera.

Luglio: Il caldo inizia a sentirsi molto ma è mitigato da un leggero vento. Inizia ad esserci il turismo di massa e l'isola si riempie di turisti provenienti da tutta Europa oltre che dagli Zacintesi che ora sono in vacanza. Per dormire bene inizia ad essere indispensabile l'aria condizionata...

Agosto: Caldo come a Luglio ma con più umidità. Sicuramente il mese con più turisti, soprattutto italiani, che si notano sia in spiaggia che nei locali notturni. Le spiagge sono affollatissime ed è il mese con più vita sull'isola!

Settembre: Inizia ad abbassarsi la temperatura e la spiaggia è perfetta soprattutto nelle ore più calde. Ci sono pochissime giornate di pioggia che poi mutano facendo scoprire un cielo azzurrissimo e un sole caldo. Il mese perfetto per rilassarsi a contatto con la natura senza turismo di massa

 

 

LE TEMPERATURE

Durante la stagione estiva, che inizia a Maggio e termina a Settembre, piove di rado e le temperature oscillano tra i 23 ed i 36 gradi.Sono frequenti le giornate in cui un leggero venticello rende l'aria più fresca; il vento che tocca quest'isola, il Maistros, si alza di solito nel primo pomeriggio e soffia da nord verso sud.E' da evitare la città nelle ore più calde perché può risultare soffocante mentre alla sera il clima è perfetto per una passeggiata.

Qui sotto sono indicate alcune temperature (in °C) riguardanti i mesi estivi.

 

   

 

Mag.

Giu.

Lug.

Ago.

Sett.

Temperatura di giorno

27

32

36

39

27

Temperatura di notte

19

20

24

23

19

Possibili piogge

4

3

1

0

5


NUMERI UTILI


Prefisso per telefonare a Zante
 
Polizia
Polizia turistica
Ospedale
Pronto soccorso
Capitaneria di porto
Vigili del fuoco
Aeroporto
Stazione autobus
Radio taxi
Telecomunicazioni
Ufficio Postale
Codice postale

0030 26950 (città)

22100 / 48266 / 24470
24482 / 24484
59100
22166
28117 / 28118
22199
28322
42656 / 22255
48400
42499
42418
29100

 


INFORMAZIONI PRATICHE


Documenti: se si è cittadini dell'U.E. non servono documenti particolari per entrare in Grecia, per tutti gli altri è indispensabile il passaporto e se si vogliono avere maggiori informazioni ci si può rivolgere alle ambasciate o ai consolati presenti in Grecia.

Animali: si richiede che gli animali, prima di essere introdotti in questo paese, abbiano fatto una certificazione di buona salute e abbiano fatto una profilassi antirabbica.
Il certificato non deve aver più di 12 mesi per i cani, più di 6 mesi per i gatti e non meno di 6 giorni prima dell'arrivo in Grecia.

Salute: nel capoluogo è presente l'ospedale statale St. Irini dove si possono ottenere prestazioni di pronto soccorso gratuite esibendo la tessera sanitaria.
Ci sono molte cliniche private e specialisti che parlano anche italiano ed inglese nella città oltre che ambulatori e farmacie in tutti i paesi turistici dell'isola.


Abbigliamento: solamente in chiesa e nei monasteri è richiesto un abbigliamento consono (pantaloni o gonne lunghe e magliette con le maniche).
In alcune chiese sono a disposizione dei visitatori che non indossano abiti adatti degli scialli per coprirsi prima di entrare per la visita.

Orologio: l'ora in Grecia è due ore avanti rispetto al meridiano di Greenwich.
Il turista italiano dovrà quindi spostare l'orologio avanti di un'ora.
Come nel resto d'Europa anche in Grecia è in vigore, nel periodo estivo (Marzo-Settembre), l'ora solare.
Solitamente tra le 14:30 e le 17:30 i greci fanno la siesta e molti negozi in città restano chiusi; mentre quelli nei paesi turistici fanno orario continuato.
Una curiosità... Il tempo in Grecia gode di una concezione particolare: qui non si corre, non esiste la puntualità e l'orologio è solo indossato per estetica. Loro stessi sanno di prendersela con comodo in ogni situazione (tranne che nel servire il turista), tanto che il G.M.T. non viene considerato come il Greenwich Meridian Time, bensì come il Greek Maybe Time!

Elettricità: le prese in Grecia sono doppie e non triple, si consiglia pertanto di viaggiare con un adattatore.

Strade: l'isola è coperta da un'efficiente rete stradale costituita da strade principali, secondarie e sterrate con cui si raggiungono anche i posti più impensabili. Non sempre le strade sono in buone condizioni, quindi fate attenzione alle buche e mettete la cintura di sicurezza.

Telefono: sono molte le cabine pubbliche da cui è possibile telefonare acquistando una carta prepagata in qualsiasi chiosco, edicola o negozio turistico.
E’ possibile effettuare chiamate nazionali ed internazionali anche dall'ufficio dell'OTE (Organizzazione Greca delle Telecomunicazioni) aperto da lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 14:00.
All'interno ci sono delle postazioni di pubblico utilizzo.
Il prefisso per chiamare la Grecia è 0030.

Moneta: facendo la Grecia parte dell'Unione Europea ha come moneta l'Euro.
Le più conosciute carte di credito si possono utilizzare senza problemi per pagare alloggi, ristoranti, noleggi etc. e i traveller's cheque possono essere riscossi in qualunque banca o ufficio di cambio.
La mancia al ristorante non è obbligatoria è unicamente a vostro giudizio.

Antichità: E' severamente punito chi viene trovato in possesso di pezzi d'arte o archeologici senza l'apposita licenza per esportarli.


  Località

 

  Tutte le località

Laganà

Argassi

Tslivi

Keri

Altre località